Supporto Psicologico per Famiglie

Family psicology teraphy1Descrizione del progetto
Diverse ricerche condotte sulle famiglie di pazienti affetti da malattie di lunga durata hanno evidenziato che il costante coinvolgimento dei famigliari nella gestione e nell’assistenza al soggetto colpito dalla patologia, comporta un consistente carico psicologico che si riflette negativamente su tutta la famiglia. Questa situazione, se non adeguatamente gestita, può portare a sofferenze aggiuntive, a senso di colpa, depressione e disturbi psichiatrici minori nei familiari sani, e a disagi ulteriori nei pazienti stessi.
 
Molto spesso si viene indotti a pensare che le patologie neuromuscolari siano principalmente un “problema” del soggetto colpito dalla malattia, il quale a causa delle limitazioni che questa comporta, necessita di una assistenza più o meno continuativa. In realtà occorre tener presente che tali patologie coinvolgono significativamente anche l’intero nucleo familiare e la sfera degli affetti più stretti.
 
Il progetto di supporto psicologico alle famiglie verrà svolto in collaborazione con i relatori e gli psicologi dell’associazione Il Melo - Centro Studi per la cura del bambino e della famiglia, che è un’associazione culturale senza fini di lucro costituita nell’ottobre del 2008. L’associazione è composta da psicologi e psicoterapeuti  che da anni operano sui temi dell’età evolutiva e della famiglia nelle situazioni di agio e disagio. Tra le finalità istituzionali di tale asociazione trova uno spazio privilegiato il sostegno alla famiglia, in termini di supporto alla genitorialità nelle varie situazioni potenzialmente problematiche e di crisi e di sostegno del bambino in età evolutiva.
 
Lo scopo del progetto
Il progetto intende offrire un servizio di supporto psicologico alle famiglie di soggetti colpiti da patologie neuromuscolari, attraverso diversi incontri sui temi relativi all’accettazione concreta ed emotiva di una diagnosi di distrofia, sulla delicata situazione nella quale viene a trovarsi l’equilibrio della coppia e sulla comunicazione della diagnosi ai ragazzi ed ai loro fratelli.
 
I temi sono pensati sia per le famiglie giovani (l'accettazione della diagnosi, la comunicazione ai fratelli e parenti) e sia per le famiglie ormai veterane (il rapporto di coppia, la diversità vista dai ragazzi), per arrivare anche a parlare di come affrontare la sessualità dei i ragazzi più grandi.
 
Costo e durata
2.000,00 euro; 8 mesi (novembre 2016-giugno 2017).
 
Avvio del progetto
2016
 
Con il Patrocinio di:
Logo Cisa12 .colori- Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale
 
Stato del progetto
IN CORSO
 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo